MOSTRE
condividi:
Faenza (RA) | Tra Simbolismo e Liberty: Achille Calzi e la polifonia del fare artistico
31/10/2017
- Elena Paloscia


periodo: 05/11/2017 - 18/02/2018
curatore: Ilaria Piazza
artista: Achille Calzi
presso: MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, Viale Baccarini 19, Faenza

Il Museo Internazionale delle ceramiche di Faenza inaugura con la mostra Tra Simbolismo e Liberty: Achille Calzi una stagione di esposizioni dedicate agli artisti faentini meno noti al grande pubblico come Giovanni Guerrini, Pietro Melandri, Anselmo Bucci, Domenico Rambelli che si sono distinti per il loro lavoro al livello nazionale e internazionale.
L’occasione di riscoprire l’interessante e multiforme figura di Achille Calzi nasce proprio dagli studi effettuati dalla curatrice Ilaria Piazza a partire da un nucleo di opere donate al museo dagli eredi nel 2013 e poi estesi allo studio di quelle conservate in altre raccolte pubbliche e private.
Ne emerge un ritratto completo e complesso di una personalità febbrilmente attiva e perfettamente inserita nel vivace e ricco clima culturale della faenza d'inizio Novecento, che ha operato anche come progettista e designer in molti differenti settori.
L’arte per Achille Calzi, nato nel 1873, erede di una famiglia di maestri vasai, è insita nel suo dna. La ceramica in primo luogo, appresa già in ambito familiare, ma anche la formazione, presso la scuola di Arti e mestieri di Faenza le sue attitudini per la pittura e per il disegno lo conducono ad esplorare e a eccellere anche nella progettazione in ambiti diversi come l’ebanisteria, la lavorazione del ferro battuto e la grafica.
Nel corso della sua breve esistenza, muore infatti a soli 46 anni nel 1919, ricopre ruoli di responsabilità come direttore della Pinacoteca, del Museo Civico e della Scuola di Disegno e Plastica di Faenza, è apprezzato intellettuale storico dell’arte e docente, viaggia all’estero, frequenta artisti contemporanei tra cui letterati e musicisti noti come Pellizza da Volpedo, Adolfo de Carolis, Arturo Martini, Giosuè Carducci, Alfredo Oriani, Gabriele D’Annunzio e Riccardo Zandonai e sostiene, coerentemente con la sua attività e ricerca, una “visione polifonica del fare artistico”.
La collaborazione con le imprese locali come quella con la ditta faentina Fratelli Minardi nel 1903, lo avvicinano al mondo imprenditoriale e quando diventa direttore per le fabbriche Riunite Ceramiche (1905-09) sa coniugare, ricerca e innovazione progettando non solo ceramiche d’uso, ma anche ceramiche per l’architettura, camini da salotto e piastrelle per esterni.
L’adesione agli stilemi liberty è evidente nelle maioliche esposte in mostra nelle scelte dei soggetti legati al mondo naturale, floreale e animale con iconografie ricorrenti, come le farfalle i gufi, i grifoni, i pesci e gli uccelli. Non mancano esemplari riconducibili ad un gusto più classico, in cui tuttavia l’elemento stilizzante e le cromie vivaci riconducono a tempi più recenti. Di particolare interesse poi il camino in ceramica o la coppia di alari in ferro battuto. Nelle grafiche pubblicitarie e nelle cartoline sono ancora la descrizione di mestieri e delle arti applicate a colpire la nostra attenzione, come è evidente, ad esempio, nelle cartoline disegnate per l'Ebanisteria Casalini il cui virtuoso disegno è assai più eloquente di qualsiasi testo descrittivo. La figura femminile infine, strega, serpente o semplicemente nuda fanciulla seduta su una pila di libri di un ex libris è testimonianza viva della cultura modernista di cui Calzi è espressione.
L’esposizione, parallelamente alla produzione di oggetti di arte applicata, presenta anche una selezione di dipinti di gusto simbolista e divisionista, caricature e immagini satiriche e cartoni legati ai temi della guerra.

La mostra è promossa e organizzata dal MIC Museo Internazionale della Ceramica con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e con il contributo di BCC- Credito Cooperativo ravennate forlivese & imolese, del Gruppo Hera, della Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì e di SACMI. 

indirizzo
viale Baccarini 19 48018 Faenza


telefono
0546 697311

web
http://www.micfaenza.org

orari
martedì-venerdì 10:00-13:30 e sabato, domenica e festivi 10:00 -17:30.Chiuso il lunedì, il 25 dicembre, il 1° gennaio

accesso per i disabili
si

biglietti
euro 8, ridotto euro 5, studenti euro 3

catalogo
Catalogo a cura di Ilaria Piazza, edizioni Gli Ori

ufficio stampa
ufficostampa@micfaenza.org in collaborazione con www.studioesseci.com

vernissage
sabato 4 novembre ore 18:00

Leggi anche

Immagine
La mostra del MIC - Stili di Vita europei attraverso la ceramica - approda a Riga (Lettonia)
08/04/2017
periodo: 06/04/2017 - 19/06/2017
Ultima tappa per la mostra “Stili di Vita europei attraverso la ceramica”, il 6 aprile l’inaugurazione a Riga in Lettonia La mostra finanziata da Europa Creativa è stata visitata da circa 80mi [...]
Immagine
Faenza - Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
05/11/2013
Il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza è stato fondato nel 1908 da Gaetano Ballardini, direttore del Museo fino al 1953, alla conclusione della grande Esposizione Internazionale dedicata a [...]
Immagine
Milano | Kati Tuominen - Niittylä. Kuvia alle Officine Saffi
31/03/2016
periodo: 31/03/2016 - 27/05/2016
L’artista e designer finlandese Kati Tuominen, per la prima volta in Italia, approda a Milano alle Officine Saffi con una nuova serie di opere in ceramica dall’impronta minimalista. La scelta [...]
Immagine
Raffaella Columberg (1926-2007) ceramista
28/04/2017
periodo: 26/03/2017 - 20/08/2017
Alla ceramista e scultrice Raffaella Columberg, artista biaschese classe 1926 è dedicata la monografica allestita presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate che resterà aperta fino [...]
Immagine
Innovare collaborando, la sfida di Ceramics, food and design, al MIC di Faenza
09/11/2015
periodo: 07/11/2015 - 06/01/2016
Ripensare i contenitori per il cibo è possibile. Dopo l’edizione milanese si è aperta a Faenza la mostra “Ceramics, Food and Design. Quando i designer incontrano i maestri ceramisti”, a cura d [...]
Immagine
La natura decostruita di Mia E Göransson
07/04/2017
Una “new nature” quasi astratta e a tratti surreale, è quella dell’artista svedese Mia E Göransson, ospitata presso le Officine Saffi a Milano per la sua prima mostra personale in Italia. [...]
Immagine
Milano | Officine Saffi ospita Il 59° Premio Faenza Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte Contemporanea
06/06/2016
periodo: 08/06/2016 - 15/06/2016
Da Faenza a Milano una selezione di 15 opere di artisti che hanno partecipato al 59° Premio Faenza sarà esposta presso le Officine Saffi, spazio dedicato alla promozione della cultura ceramica ch [...]
Immagine
Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti in mostra a Trieste
17/08/2017
periodo: 23/06/2017 - 07/01/2018
Arriva direttamente dal Museo di Arti Decorative di Praga la grande mostra Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti, in corso al Castello di Miramare a Trieste, che resterà aperta fino al 7 g [...]
Golconda Arte. Artigianato Artistico in Italia e nel mondo. Registrazione del Tribunale di Roma n. 210/2013 - Direttore Responsabile: Elena Paloscia
Cellulare: 388.7709054 - 3478285211 - All rights reserved - Riproduzione vietata