MUSEI
condividi:
Gorizia | Gorizia | Museo della Moda e delle Arti Applicate 17/04/2014 - Redazione

presso: Case Domberg - Tasso

Il Museo della Moda e delle Arti Applicate di Gorizia  allestito al primo piano delle cinquecentesche Case Dornberg – Tasso, contiene una serie di macchinari per la lavorazione della seta nel Goriziano, risalenti all’ Ottocento. 
Sono poi esposti una serie di abiti ed accessori originali della Belle Èpoque, con la ricostruzione delle botteghe artigiane del calzolaio e del cappellaio. 
Si termina con le sale dell’ Ornamento Scintillante, che contengono abiti che vanno dai primi dell’ Ottocento ai ruggenti anni Venti, e alcuni scene di film che permettono di vedere come fossero gli abiti indossati.

Aggiornamento del 6-08-2018

Il progetto
Il progetto scientifico del rinnovato Museo della Moda e delle Arti Applicate è curato da Raffaella Sgubin, storica del costume e Sovrintendente ai Musei Provinciali di Gorizia, e vede la collaborazione scientifica di Roberta Orsi Landini e Thessy Schoenholzer Nichols, eminenti studiose internazionalmente note nel campo della storia del tessile e del costume. Il progetto di allestimento è opera dell’arch. Lorenzo Greppi, autore di numerosi allestimenti museali, mentre la realizzazione si deve alle ditte DOC di Potenza e HGV di San Severo per la parte multimediale.
I restauri degli abiti in esposizione sono opera delle ditte Giordano Passarella di Padova e Restauri Tessili di Pisa.

Una saletta multimediale consente la consultazione di video e schede relative a vasti settori del patrimonio tessile museale. La sala è dedicata all’attrice Nora Gregor. Un corner multimediale consente di accedere alle informazioni sul progetto europeo Open Museums e i partner che vi partecipano.

Il progetto Open Museums, finanziato, nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali, coinvolge per il triennio 2011-2014 undici partner, dodici musei a cavallo tra Italia e Slovenia, impegnati a trasformare le loro strutture in luoghi di cultura aperti. Il progetto, di cui è capofila la Provincia di Ferrara, si propone la valorizzazione e l’innovazione tecnologica delle istituzioni museali dell’Alto Adriatico, al fine di migliorarne la fruibilità e l’accessibilità a fasce di pubblico diverse. In particolare, mediante l’introduzione della tecnologia e la centralità attribuita allo sviluppo delle attività didattiche, mira a elaborare linguaggi nuovi per coinvolgere il pubblico più giovane. Il progetto, che vede collaborare istituzioni operanti in ambiti tematici tra di loro molto diversificati, persegue anche l’obiettivo di creare una rete museale per favorire la conoscenza del comune patrimonio storico e cultura.

indirizzo
Borgo Castello 13 34170 Gorizia

telefono
0481 533926

email
musei.erpac@regione.fvg.it

web
http://www.regione.musei.fvg.it

orari
: 9-19, da martedì a domenica, lunedì chiuso

biglietti
6€; scolaresche: 1€

Leggi anche

Immagine
Le Mille e una notte al museo Boncompagni Ludovisi
05/01/2014
Dalla sinergia tra diverse istituzioni quali la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, il Museo Boncompagni Ludovisi per le arti decorative, il Museo di Ca' Pesaro a Venezia, la Biblioteca Nazio [...]
Immagine
Roma | Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative il Costume e la Moda
16/04/2014
Il Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative il Costume e la Moda, non lontano da Porta Pinciana e dalla non più esistente Porta Salaria (Piazza Fiume), nasce nel 1995 grazie al lascito della [...]
Golconda Arte. Artigianato Artistico in Italia e nel mondo. Registrazione del Tribunale di Roma n. 210/2013 - Direttore Responsabile: Elena Paloscia
Cellulare: 388.7709054 - 3478285211 - All rights reserved - Riproduzione vietata