MOSTRE
condividi:
Venezia - L'eccellenza del design finlandese nella Collezione Bischofberger
14/04/2015
- Elena Paloscia


periodo: 13/04/2015 - 02/08/2015
curatore: a cura di Kaisa Koivisto e Pekka Korvenmaa
presso: Le Stanze del Vetro Venezia, Isola di San Giorgio Maggiore

È dedicata al design finlandese la nuova mostra organizzata dalla Fondazione Cini presso le Stanze del Vetro sull’Isola di S. Giorgio a Venezia. La mostra, curata da Kaisa Koivisto, curatrice al The Finnish Glass Museum di Riihimäki (Finlandia) e di Pekka Korvenmaa, professore alla Aalto University School of Arts, Design and Architecture (Finlandia), propone una selezione di circa trecento pezzi provenienti dalla Collezione Bischofberger, in cui si ripercorre la storia del vetro Finlandese dagli anni trenta, agli anni settanta del Novecento attraverso i capolavori di alcuni dei più noti maestri del design come Aino e Alvar Aalto, Arttu Brummer, Kaj Franck, Göran Hongell, Gunnel Nyman, Timo Sarpaneva, Oiva Toikka e Tapio Wirkkala.
Sono presenti esemplari rari, a volte pezzi unici, raccolti nell’arco di quaranta anni con passione dal gallerista svizzero Bruno Bischofberger e da sua moglie Christina, si tratta di manufatti di assoluta eleganza dai cristalli ai vetri dalle cromie sfumate degli anni Trenta ma vi si possono trovare anche oggetti dai toni vivaci realizzati negli anni Settanta.
Attraverso questi lavori è possibile ripercorrere la storia del Design in Finlandia che nasce proprio negli anni Venti quando, in concomitanza con la separazione dall’Unione Sovietica, i designer con la progettazione e la realizzazione di opere in vetro vollero fondere tradizione e sperimentazione alla ricerca di un’identità culturale autonoma.
Proprio negli anni Trenta, grazie alla presenza sul panorama internazionale delle grandi fiere, iniziava la diffusione nel mondo del design finlandese ad opera di alcuni geni creativi come Arttu Brummer, Gunnel Nyman, Göran Hongell e i coniugi Aino e Alvar Aalto.
Ma l’ètà d’oro del vetro Finlandese, che si caratterizza per una particolare attenzione all’eleganza dell’oggetto interpretato attraverso forme organiche e curvilinee e ben documentata in mostra, risale agli anni Cinquanta periodo in cui, dopo la pausa della Guerra “il vetro finlandese comincia a essere considerato per l’altissima qualità della lavorazione manifatturiera, che da un lato ne assicura l’alto valore artistico, dall’altro valorizza la produzione industriale e dunque anche il suo successo commerciale”.
A questo periodo risalgono alcuni oggetti di Alvar Aalto, Kaj Franck, Gunnel Nyman,Timo Sarpaneva e Tapio Wirkkala. Di quest'ultimo che è uno dei designer più rappresentativi del successo internazionale del design finlandese del dopoguerra, in particolare si può ammirare in mostra la serie "Ultima Thule", in cui bicchieri, brocche e vasi imitano il ghiaccio, con un gioco di trasparenze che tende all’astrazione. La bottiglia creata per Vodka Finlandia, ancora in produzione è uno dei pezzi più celebri della collezione. Anche l’apertura di negozi a New York, il sostegno e la promozione da parte di Gio Ponti e la collaborazione di alcuni designer, come Tapio Wirkkala e Timo Sarpaneva con la ditta Venini hanno contribuito a sancire definitivamente l’affermazione e la diffusione del Design scandinavo nel mondo. In questi inoltre, anni il consenso nei confronti del design finlandese presso le mostre internazionali come la Nordic Applied Art Exhibition di Stoccolma del 1946, le Triennali di Milano del 1951, 1954 e 1957 e la Helsingborg Exhibition – anche nota come (H55) – del 1955 cresce costantemente confermandone così l’ascesa.
Una nuova tendenza si afferma nei decenni successivi: artisti come Oiva Toikka, sperimentano forme sofisticate e colori accesi, come testimoniano gli uccelli in vetro che diventeranno un marchio iconico della maison Iittala, tendenza questa che ben armonizza le conquiste dei decenni precedenti con i futuri orientamenti del design contemporaneo.
Una mostra dunque, che attraverso lo sguardo di un collezionista raffinato e colto, ci consente di ripercorrere, le vicende più alte del design nordico, emblema di una sintesi e di un’eleganza che ancora oggi orientano e plasmano il nostro gusto.

Attività didattiche
In occasione dell'esposizione sono previste attività didattiche gratuite per studenti di scuole elementari, medie e superiori, insieme al servizio di accompagnamento guidato gratuito per i visitatori de Le Stanze del Vetro.
Nello specifico, le attività didattiche prenderanno la forma di laboratori e workshop, durante i quali ragazzi e bambini si confronteranno direttamente con la storia e l’importanza dell’arte vetraria, producendo artefatti e partecipando ad attività laboratoriali e momenti di confronto.
Per entrambi i servizi è obbligatoria la prenotazione telefonando al numero verde 800 662 477 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 17.00) o inviando una email a: artsystem@artsystem.it.

indirizzo
Venezia, Isola di San Giorgio Maggiore

telefono
+39 041 522 9138

email
info@cini.it;info@lestanzedelvetro.it

web
http://lestanzedelvetro.org/

orari
Dalle 10:00 alle 19:00 chiuso mercoledì

biglietti
Ingresso gratuito

ufficio stampa
stampa@cini.it;press@lestanzedelvetro.it

vernissage
11 aprile 2015

Golconda Arte. Artigianato Artistico in Italia e nel mondo. Registrazione del Tribunale di Roma n. 210/2013 - Direttore Responsabile: Elena Paloscia
Cellulare: 388.7709054 - 3478285211 - All rights reserved - Riproduzione vietata