NOTIZIE

I capolavori di Buccellati in comodato al Museo degli Argenti di Firenze
04/04/2015 - Elena Paloscia

Ricordate la splendida mostra “I tesori della Fondazione Buccellati”, chiusa a febbraio 2015, beh se l’avete persa potrete ritrovare ben 34 oggetti nelle vetrine di Palazzo Pitti, a Firenze lasciati in comodato d’uso dal grande maestro scomparso di recente al Museo degli Argenti. La Scelta non è stata casuale poiché proprio quel luogo in cui tanti tesori delle produzioni orafe medicee sono conservati è stato importante fonte d’ispirazione per le ricerche artistiche di Gianmaria tradotte in uno stile unico.
Sono opere preziosissime realizzate a partire dalla fine della prima Guerra Mondiale nella bottega di Mario Buccellati padre di Gianmaria. Lo sguardo è al Rinascimento e alla tradizione orafa italiana di cui Mario Buccellati segue scrupolosamente tutte le fasi di produzione dal disegno alla scelta delle pietre e del loro taglio, fino al lavoro dell’incastonatura. Rielabora inoltre elementi decorativi dell’arte antica, dai particolari architettonici alle tarsie lignee, ai pizzi e ai ricami, inserendo anche elementi propri dell’arte orientale. Realizza non solo gioielli ma anche sculture e argenti traendo spunto anche dall’archeologia, reinterpreta i capolavori dell’oreficeria romana antica e, guardando alla produzione di manufatti preziosi, come ad esempio il tesoro di coppe d’argento rinvenuto nella villa di età romana di Boscoreale, realizza tra il 1922 e il 1924, otto coppe, studiando le antiche tecniche orafe. Il successo della maison Buccellati in cui lavorano figli di Mario, Luca, Lorenzo, Federico e Gianmaria è sancito anche dall’apprezzamento di clienti celebri tra cui Gabriele d’Annunzio che commissiona gioielli e oggetti, fra i quali emergono, come curiosità, i cosiddetti ‘portasigarette eroici’ con iscrizioni inneggianti le gesta del Vate.
Il marchio della Maison, viaggerà in Italia e nel mondo, infatti, all'apertura di negozi a Roma nel 1925, a Firenze nel 1929 e a New York nel 1951, segue l'inaugurazione, da parte di Gianmaria che dopo la morte del padre nel 1965 ne porta avanti ricerca e stile, di un’esclusivo negozio anche a place Vendôme a Parigi nel 1979.

Leggi anche

I tesori della Fondazione Buccellati 


Golconda Arte. Artigianato Artistico in Italia e nel mondo. Registrazione del Tribunale di Roma n. 210/2013 - Direttore Responsabile: Elena Paloscia
Cellulare: 388.7709054 - 3478285211 - All rights reserved - Riproduzione vietata