MOSTRE
condividi:
Fuori dal piatto: nelle fotografie di Dan Lev il colore interpretato dai grandi chef
27/04/2015
- Elena Paloscia


periodo: 14/05/2015 - 31/05/2015
curatore: Dan Lev e co-curata da Ilit Engel
artista: Dan Lev
presso: Expo Milano - Padiglione Israele

È un dialogo serrato tra arte cibo e fotografia la mostra ideata dal dall’artista israeliano Dan Lev e co-curata da Ilit Engel presentata nel padiglione israeliano dell’Expo 2015. Oltre trenta grandi chef hanno scelto un colore creando con le materie prime di cui conoscono ogni segreto, vere e proprie opere d’arte ritratte dall’artista Dan Lev in una serie di straordinari scatti.
Impressioni, memoria, passioni, sono gli ingredienti principali di queste opere, costituite proprio a partire un’immagine, come un ricordo, un ritratto, un’opera d’arte o un paesaggio, abbinata ad un colore.
Ma colorfood è molto di più: è la sapienza artigiana dello chef che sa uscire dal piatto lasciandosi andare ad un’ispirazione puramente artistica.
È un omaggio ad una sensorialità che non si ferma alla vista ma che sa attivare ogni senso attraverso il colore e la memoria olfattiva e la sensazione di un gusto che pare di percepire osservando ogni scatto.
La libertà compositiva cui gli chef si sono lasciati andare costituisce proprio l’elemento dirompente che consente di andare oltre l’immagine.
Immagine concepita come una sorta di diario personale che Dan Lav, fotografo professionista con grande esperienza nel settore del Food, incontra sulla propria strada e che ci restituisce con una sensibilità rara fatta di discrezione e rispetto in cui la narrazione prevale sulla sintesi, gli elementi diversi si giustappongono in una totale armonia il cui ritmo è scandito dalle diverse cromie e consistenze. Il pizzo realizzato da Aurora Mazzucchelli con lo zucchero a velo ispirato ad un abito della zia o il vulcano di Bonetta dall’Oglio o le composizioni astratte di Victoire Victoire, di Francesco Apreda o di Cristina Bowerman,Heinz Beck, solo per fare alcuni esempi, ben rappresentano abilità,sensibilità ed immaginari differenti in cui gli ingredienti sono trasfigurati fino a diventare quasi irriconoscibili in un processo percettivo in cui l’idea cede il passo alla pura sensualità.


CHEF ITALIANI PER COLORFOOD: Francesco Apreda, Enrico Bartolini, Heinz Beck, Cristina Bowerman, Francesca Castignani, Antonello Colonna, Carlo Cracco, Iside De Cesare, Bonetta dell’Oglio, Tommaso Fara, Victoire Gouloubi, Aurora Mazzucchelli, Giancarlo Morelli, Davide Oldani, Fausto Oneto detto U Giancu, Emanuele Pollini, Luigi Taglienti.

CHEF ISRAELIANI PER COLORFOOD: Israel Aharoni, Shaul Ben Aderet, Haim Cohen, Efrat Enzel, Tom Franz, Guy Gamzo, Victor Gloger, Yaron Kestenbaum, ErezKomerovski, Shaily Lipa, Omer Miller, Aviv Moshe, Segev Moshe, Avivit Priel, Ido Shapira, Avi Steinitz, Daniel Zach.

COLORFOOD è un’idea dello STUDIO DAN LEV (Israele) con il CREATIVITY LAB ICPO (Italia / Israele).
FOOD CONFIDENTIAL e WAYPRESS sono Media Partner
 

indirizzo
Rho Fiera Milano

email
servizioclienti@expo2015.org

web
http://www.expo2015.org/it/informazioni-utili/contatti

accesso per i disabili
si

ufficio stampa
Fabiana Magrì

vernissage
14 maggio 2015

patrocini
patrocinio di Expo Milano 2015, dell’Ambasciata di Israele in Italia, dell’Ambasciata d’Italia in Israele e della Fondazione Italia – Israele per la Cultura e le Arti.

Golconda Arte. Artigianato Artistico in Italia e nel mondo. Registrazione del Tribunale di Roma n. 210/2013 - Direttore Responsabile: Elena Paloscia
Cellulare: 388.7709054 - 3478285211 - All rights reserved - Riproduzione vietata